Giulia Mastropietro nasce ad Amaseno, piccolo borgo medievale immerso nella campagna della provincia di Frosinone, il 22 luglio 1991. Tra le acque del famoso fiume – che nell’Eneide la Vergine Camilla ancora in fasce attraversò scagliata dal padre Metabo dentro una corteccia di sughero – e le campagne circostanti, cresce (testarda e sognatrice) con in testa ogni anno un progetto diverso per il suo futuro. Voleva fare la stilista, il suo sogno di bambina, poi diventare un chimico, un’insegnante di matematica, la giornalista e molto altro. Alla fine, dopo aver frequentato il Liceo scientifico scopre la vocazione per le lettere.

Si iscrive quindi alla facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università di Roma “La Sapienza” e in tre anni consegue la laurea in Lettere Moderne. Capisce subito che l’ambito di interesse che più l’appassiona è la Linguistica e la Storia della lingua, indirizzo he sceglie per la Laurea Magistrale. In questa si laurea nel gennaio 2016 discutendo una tesi sperimentale sull’evoluzione della lingua italiana filtrata attraverso la lettura di susseguenti traduzioni di  Through the Looking-Glass and what Alice found there di Lewis Carroll. Testo ambivalente, adatto a grandi e piccini, che tanto la affascina e sul quale spera ancora di lavorare. L’amore per l’Irlanda e la voglia di misurarsi con i propri limiti la porta a frequentare attualmente un Master in International Literatures and Media presso la National University of  Ireland nella città di Galway. Qui ha modo di apprendere ed appassionarsi ad autori finora per lei sconosciuti quali Jorge Luis Borge e Bram Stoker, sui quali ha iniziato un progetto di tesi. Ha collaborato saltuariamente con la rivista letteraria “Euterpe” con saggi sui temi più disparati: dal rapporto tra storia e letteratura, alla dicotomia realtà e apparenza. In Irlanda, oltre che la pizza e gli gnocchi di sua mamma, le mancano i suoi cari libri, essendo una nostalgica perdutamente innamorata del cartaceo. Le piace viaggiare e scoprire usi e tradizioni locali, ha una vera passione per la fotografia e la moda e, da poco, ha giurato amore alle serie tv. Per il suo futuro vede di sicuro un ritorno in patria, e spera in un impiego che coniughi insieme gli anni di studio e le sue passioni.