Sono passati 31 anni dall’uscita di Top Gun. Questo film è ad oggi considerato un cult, simbolo degli anni 80. Un giovane Tom Cruise e una canzone da Oscar: Take My Breath Away. Questi gli elementi di un action movie, che nel 1986 guadagnò 353.000.000 dollari in tutto il mondo, l’incasso più elevato di quell’annata. La pellicola prese come spunto il periodo di tensione della guerra fredda e funse da pubblicità benevola nei confronti della vita militare. Maverick è un giovane pilota di F-14 della Marina degli Stati Uniti. Un giovane prodigio dell’aviazione: arrogante, brillante, fervente di passione. Il film segue le vicende del testardo protagonista fin dalla sua entrata alla prestigiosa scuola per Top Gun. Viene richiesta ottima preparazione, senso del dovere, disciplina. Maverick fatica a sottostare alle regole, a causa del suo spirito ribelle. In continua lotta per dimostrare di essere all’altezza del padre, anch’egli pilota, morto durante una missione. Durante l’addestramento si innamora di Charlie, bionda istruttrice, che in qualche modo riesce a domare il suo animo indomito.

“E c’è anche un’altra cosa Maverick, c’è qualcosa di geniale nel tuo modo di volare ma questo là dentro non te lo posso dire. Ho paura che in quell’aula tutti se ne accorgano, invece, io voglio che nessuna sappia che mi sono innamorata di te”.

La perdita del suo migliore amico Goose, in un tragico incidente, lo fa cadere in una profonda crisi depressiva. Maverick riesce comunque a ritrovare la forza di combattere, e di andare oltre a qualsiasi difficoltà e insidia, come ha sempre fatto. Il film termina col giovane pilota che riesce a dimostrare a tutti, compreso se stesso, di essere il migliore.

CURIOSITÁ: Voci di corridoio sostengono che Tom Cruise non sapesse andare in moto quando fu girato il film. Imparò nel parcheggio di un concessionario. In una scena Maverick e Charlie ascoltano “Sittin on the dock of the bay” di Otis Redding. Il pilota dice che la ascoltava da piccolo con i genitori e afferma che il padre è morto nel novembre del 1965. La canzone, però, è stata registrata soltanto nel 1967. Il rapporto conflittuale che coinvolge Maverick e Iceman non è solo sullo schermo: secondo indiscrezioni, anche tra gli attori Tom Cruise e Val Edward Kilmer non correva buon sangue.

ERRORI: La scena in cui Maverick in volo rovesciato si posiziona con il suo aereo a pochi centimetri dall’abitacolo del Mig e scatta una fotografia è assolutamente impossibile: l’ingombro dei timoni di coda dei due caccia non permette di avvicinarsi ad una distanza così esigua senza toccarsi. Al termine del combattimento, quando l’aereo del protagonista ritorna sul ponte della portaerei, durante le manovre si vede chiaramente che il ponte è asciutto. Quando poi scende dall’aereo e riceve gli abbracci da tutti il ponte di volo è invece bagnato.

Top Gun è uno dei grandi classici americani: spettacolare, evasivo, adrenalinico. Da vedere almeno una volta nella vita, senza pregiudizi.

 

Giulia Ponzin