Il Natale è vicino, sono iniziate le prime nevicate e arrivano anche i malanni! Questo periodo, infatti, tosse, mal di gola e febbre colpiscono proprio tutti. Per fortuna esistono tanti rimedi della nonna che aiutano a curare il raffreddore più velocemente o, perlomeno, ad alleviarne i sintomi; la cosa bella è che molti di questi sono persino gustosi e vanno bene anche per una seratina davanti al camino.

ZENZERO E LIMONE. Un classico che di certo conoscerete è la tisana zenzero e limone, pieno di vitamine per una pronta guarigione. Facilissimo da preparare, basta far bollire con un po’ d’acqua una fetta di limone e un pezzo di zenzero fresco dello spessore di 1cm. Va bene anche lo zenzero in polvere, in questo caso mettetene circa un cucchiaino. Se preferite, per dolcificare aggiungete un cucchiaino di miele.

CURCUMA E MIELE. La curcuma è un grande antinfiammatorio naturale e il miele è ottimo, in particolare per il mal di gola. Anche in questo caso, fate bollire qualche minuto dell’acqua con un pezzo di curcuma, va bene anche in polvere. Quando il decotto è pronto aggiungete un cucchiaino di miele.

AGLIO E LIMONE. Forse un po’ meno invitante dei primi due, ma decisamente efficace. L’aglio ha proprietà antibatteriche che aiutano a far passare il raffreddore in pochissimo tempo. Fate un infuso facendo bollire sei spicchi di aglio in un litro di acqua per circa 10 minuti. Alla fine aggiungete il succo di mezzo limone, per renderlo un po’ più gradevole potete provare ad insaporire con un cucchiaino di miele.

ZENZERO E CANNELLA. La cannella, oltre ad essere buonissima, è utile per alleviare i dolori della febbre. Stesso metodo, preparate un decotto facendo bollire per una decina di minuti una stecca di cannella e un pezzo di circa 1cm di zenzero. Va benissimo anche se disponete solo degli ingredienti in polvere.

SCIROPPO MIELE, LIMONE E CURCUMA. Scaldate a bagnomaria un vasetto di miele, aggiungete il succo di un limone, un cucchiaino di curcuma in polvere e continuate a cuocere per 5 minuti. Fatelo raffreddare e aspettate che si addensi, potrete assumerne un paio di cucchiaini al giorno come se fosse un vero e proprio sciroppo oppure aggiungerlo a tè e camomilla.

SUFFUMIGI. Altro evergreen sono i suffumigi, utilissimi per liberare il naso chiuso. Fate bollire un pentolino pieno d’acqua e aggiungete un cucchiaio di bicarbonato, volendo potete assumere anche degli oli essenziali, come quello di eucalipto. Infine, coprite la testa con un asciugamano e respiratene i fumi per almeno 15 minuti.

 

Oriana Melchiorre