Gli oli essenziali sono sostanze estratte dalle piante aromatiche e in particolare dai loro petali, steli, frutti, ortaggi, cortecce o foglie. Esistono tre metodi principali tramite cui queste sostanze possono essere ottenute: distillazione a vapore (nel caso in cui gli oli vengano estratti dalle parti più resistenti delle piante), estrazione con solvente (per le piante più pregiate) e spremitura (eseguita a freddo e senza procedimenti chimici).

Questi miscugli oleosi con odore aromatico possono essere utilizzati in molteplici ambiti e per numerosi scopi. Con essi, ad esempio, si possono fare bagni, saune e suffumigi, ma anche rilassanti ed allo stesso tempo energizzanti massaggi. Gli oli essenziali, inoltre, possono essere diluiti in altre sostanze ed assunti per via interna (ad esempio, sono utili per le loro proprietà antibiotiche); in questo caso, però, va comunque chiesto il parere di un esperto. Ulteriori importanti ambiti di utilizzo sono l’aromaterapia, per il riequilibrio della sfera mentale ed emotiva, e la cromoterapia (anche quest’ultima ha una potente influenza sul nostro corpo).

Gli oli essenziali, solitamente, prendono il nome della pianta da cui provengono. Vediamo insieme alcune tipologie.

Il tea tree oil viene estratto dalla melaleuca ed è utile in moltissimi casi (contro infiammazioni, ustioni, punture di insetti, micosi ed herpes).

Il timo ha un potere antibatterico e si può impiegare per curare malattie infettive e contro i dolori reumatici, oltre che per purificare l’ambiente.

L’eucalipto è utile contro le infiammazioni delle vie respiratorie, mentre la lavanda aiuta alla calma, al relax (anche in caso di insonnia) ed all’eliminazione dei dolori addominali.

Altri oli essenziali molto comuni sono quello di sandalo, che possiede un profumo intenso e dolce ed è noto per le sue proprietà antisettiche, quello di rosa (tra i più costosi), dalle proprietà equilibranti e lenitive, e quello di mandorle dolci, ricca fonte di vitamina E e di vitamina K, oltre che ottimo idratante per la pelle.

Vi suggeriamo pertanto, nel caso in cui non ne facciate già utilizzo, di provarli e sperimentare quindi i loro benefici.

 

Marika Sauria