Oggi vi suggerisco un modo nuovo per consumare l’arista di maiale, che la renderà morbida e succosa rispetto al suo aspetto asciutto. Questo piatto è anche ideale per i bambini, che di solito non hanno un buon rapporto con questo taglio di carne. Non fatevi spaventare dagli ingredienti e fidatevi, la preparazione sarà più veloce di ciò che credete!

Ingredienti portata principale:

  • 6 fettine di arista di maiale
  • 2 uova
  • Farina q.b.
  • Pangrattato q.b.
  • Prezzemolo e rosmarino q.b.
  • Il succo di due limoni
  • Sale q.b.

Per il contorno:

  • Un kg di bieta cruda (potete usare anche la cicoria, i broccoli o i peperoni)
  • Olio q.b.
  • Sale q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • Aglio

Per prima cosa fatevi tagliare l’arista di maiale dal vostro macellaio di fiducia abbastanza finemente. Una volta ottenuta la carne prima di procedere alla cottura va battuta con il batticarne e lasciata marinare per 2 o 3 ore nel succo di limone. Oltre a dare sapore alla carne, la marinatura la renderà più morbida e velocizzerà la cottura! Una volta trascorso il tempo della macerazione passate alla fase dell’impanatura. Prendete tre ciotole: nella prima mettete la farina setacciata (così non ci saranno i grumi), nella seconda sbattete a mo’ di frittata le uova con il sale e nella terza il pangrattato aromatizzato con il prezzemolo e il rosmarino tritati finemente e posti nel composto. Fatto questo prendete una fettina di arista per volta e passatela prima nella farina, poi nelle uova e infine nel pangrattato. In una padella antiaderente e bella capiente versate dell’olio di semi e procedete, una volta portato l’olio ad ebollizione, con la friggitura. Le fettine saranno cotte non appena la paratura risulterà croccante e dorata. Ponete la carne in un piatto foderato di carta assorbente per togliere l’olio in eccesso. Mentre la carne si scola procedete con il preparare il contorno. Lavate e lessate la bieta e una volta cotta ripassatela in padella con olio extra-vergine d’oliva, sale, peperoncino e aglio. A questo punto impiattate e servite con un buon bicchiere di vino rosso (in questa periodo consiglio anche un vino novello).

Buon Appetito.

Marilena De Angelis