Un altro anno è passato, e la Cina è di nuovo alle prese con la colossale festa del doppio undici. Per quest’anno sono attesi centinaia di milioni di consumatori. A cosa pensano in questi giorni i consumatori cinesi? Per il resto del mondo potrà sembrare uno scherzo, eppure in Cina si stanno tutti preparando alle pazze spese dell’11 di novembre, meglio conosciuto come “doppio undici” o Shuangshiyi (双十 一).

L’11 novembre, anche detto Festa dei Single a causa dei quattro numeri 1 che compongono questa data, è una celebrazione commerciale nata in Cina negli scorsi anni, fondata sull’idea dell’uomo o della donna single che, in mancanza di un partner, si consola facendo gli acquisti più disparati per colmare il vuoto. Ad oggi, Shuangshiyi è la più grande festa dello shopping cinese, comparabile per diffusione ed importanza al Black Friday americano.

Il primo grande mercato online a sfruttare l’idea del doppio undici è stato (ma c’era bisogno di dirlo?) il colosso della vendita online Alibaba, che nel novembre del 2009 ha imposto l’applicazione di grandi sconti a tutti i negozi della sua piattaforma di vendita al minuto Taobao. Da allora, ogni grande magazzino online, così come anche i negozi di tutte le vie delle città, offrono offerte speciali, riduzioni e coupon di sconto su tutta la merce per un solo giorno. Se vi sembra il paradiso dello shopping, ricordate che in verità sono ben pochi i cinesi che l’11 novembre sceglieranno di uscire per una felice giornata di acquisti: essendo la festa del single, la maggior parte dell’azione avviene infatti online. Molti dei negozi online hanno già bloccato i prezzi dei loro prodotti da giorni, permettendo ai clienti di aggiungere le merci al carrello, ma non di acquistare. Dovranno tutti aspettare la mezzanotte del fatidico giorno, e solo allora potranno finalmente cliccare su “acquista”, sperando di battere sul tempo tutti gli altri consumatori in linea ed accaparrarsi la merce, che va venduta fino ad esaurimento scorte.

Mettete questa lotta contro il tempo nel contesto di centinaia di milioni di consumatori con una sincera passione per gli acquisti, ed è così che lo shopping per saldi si trasforma in un’edizione speciale degli Hunger Games.

Non è proprio tutto negativo, io stessa sono riuscita negli anni ad affinare la mia tattica, accaparrandomi non pochi indumenti e articoli tecnologici a prezzi nettamente ridotti per gli standard locali, ma aleggia sempre di fondo quella scomoda consapevolezza di trovarsi in mezzo ad una folla intenta a celebrare il consumo, durante una festa inventata dai centri del consumo. A questo proposito, il guru del business/modello di vita/miliardario proprietario di Alibaba MaYun si è lanciato come ogni anno in una colossale campagna promozionale per l’evento, coronata da un video che coinvolge lui stesso ed alcune tra le più famose celebrità cinesi, le quali pare abbiamo tutte accettato di collaborare gratuitamente! Volete vederlo? Mettetevi in fila, il video verrà rilasciato solo alla mezzanotte dell’11.

 

Giulia Tubiello