Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato un’importante manovra, finalizzata all’aumento delle tasse su giochi e tabacchi. Questo decreto, che verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, dovrà seguire un lungo percorso: in primis verrà trasmesso alle Camere per l’esame e il voto e, successivamente (indicativamente agli inizi di maggio), sarà sottoposto al controllo dei commissari dell’austerità di Bruxelles. Con questa manovra, potranno aumentare le accise sul tabacco, da cui deriverebbero circa 200 milioni, e anche le imposizioni sui giochi di monopolio, da cui ci si aspetta un extra gettito pari ad almeno 400 milioni.

Quello dei giochi e quello dei tabacchi sono due settori molto delicati, per i quali spesso le persone tendono a spendere molto, anche se si tratta di vizi che non hanno alcun beneficio su salute e benessere. Con questo tipo di intervento economico, si vorrebbe quindi creare un buon deterrente, che allontani la popolazione da questi due ambiti ricchi di tentazioni ma spesso molto pericolosi. I giocatori e i fumatori ci guadagnerebbero in salute, mentre lo stato ne gioverebbe in termini economici: si avrebbe un aumento dal 6% all’8% del prelievo sulle vincite del lotto ed una crescita dello 0,5% del prelievo erariale unico delle lotterie (il tutto porterebbe ad ingenti guadagni previsti, già citati in precedenza).

Questa manovra di correzione dei conti, che è stata soprannominata “Finanziaria di primavera”, prevede inoltre alcuni interventi per i comuni colpiti dal terremoto (attraverso l’istituzione delle Zone franche urbane), fondi per le province, aumenti delle multe per coloro che viaggiano senza biglietto, novità per le imprese ed alcune misure finalizzate alla crescita economica. Si tratta quindi di un testo molto importante che prevede diverse importanti iniziative e bei progetti: si spera a questo punto che, se esso supererà l’esame alle Camere ed a Bruxelles, tali progetti vengano effettivamente realizzati.

Marika Sauria