Tra le ricette caratteristiche del periodo pasquale, oggi vi vogliamo proporre quella della cuzzupa calabrese. La cuzzupa ha origini orientali e, in realtà, è un piatto che viene preparato anche in altre regioni italiane, dove però assume nomi diversi.

In passato, la tradizione calabrese prevedeva che si preparasse una cuzzupa per ogni componente della famiglia e che la grandezza del dolce dipendesse dall’età e dal ruolo di ogni persona (la più grande, solitamente, era destinata al capofamiglia, mentre la più piccola sarebbe stata data all’ultimo arrivato). La mattina di Pasqua, per celebrare la ricorrenza, ognuno apriva la propria cuzzupa.

Questo dolce può assumere varie forme, a seconda delle preferenze di chi lo prepara. In ogni caso, un elemento fondamentale che ne caratterizza l’aspetto è la presenza di uova intere, con tanto di guscio, che rappresentano secondo la tradizione la resurrezione di Cristo.

Ingredienti:

  • 1 kg di farina 00
  • 250 g di zucchero
  • 4 uova per l’impasto
  • Uova per la decorazione (potete scegliere a piacere il numero)
  • 100 ml di latte
  • 2 bustine di lievito
  • Olio extra vergine di oliva q.b.

In un recipiente abbastanza ampio, sbattete le uova insieme allo zucchero. Aggiungete poi, non necessariamente nell’ordine, la farina, il latte ed il lievito. Lavorate l’impasto con le mani e date ad esso la forma che più gradite, incastonando le uova intere ed accuratamente lavate (potrete realizzare un’unica cuzzupa molto grande, oppure tante piccole cuzzupe di forme diverse). Spennellate la superficie del dolce con dell’uovo battuto e cuocetelo in forno a 180° per circa 40 minuti. Se preferite, potrete utilizzare per la decorazione anche della glassa oppure degli zuccherini.

Buon appetito e buona Pasqua!

Marika Sauria