Sono molte le verdure che caratterizzano la stagione primaverile. Tra queste, ad esempio, ci sono: il broccolo romanesco, ricco di vitamine che stimolano il sistema immunitario; gli asparagi, drenanti ed antinfiammatori; e le taccole, povere di calorie e ricche di sali minerali. Con questi ingredienti possono essere preparati numerosi piatti. Oggi vi suggeriremo una gustosa ricetta: la tempura di verdure.

Originario del Giappone e con una storia antichissima, il Tempura è un metodo di cottura per verdure e pesce, che vengono prima immersi in una pastella leggera (senza la solita birra) e successivamente fritti, senza però risultare unte o pesanti.

 
  • 500 g di verdura di stagione (ad esempio: broccoli, asparagi, taccole)
  • 100 g di farina 00
  • 1 uovo
  • 200 ml di acqua freddissima, meglio se frizzante
  • Olio di semi
  • Sale

Mondate, lavate ed asciugate le verdure. Successivamente, tagliatele a fettine molto sottili. Mettele a riposare in frigo e  nel frattempo, preparate la pastella: in una scodella, sbattete l’uovo ed unite in un secondo momento l’acqua e la farina. Non è importante che il composto sia completamente liscio perché la pastella per il tempura ha una particolare consistenza un po’ granulosa.

Ponete in frigo anche la pastella e fate scaldare l’olio in una padella (l’ideale sarebbe un Wok, ma se non l’avete andrà benissimo una padella dai bordi molto alti). Prendete i pezzetti di verdura e intingeteli nella pastella, poi fateli friggere. Il segreto per la corretta riuscita di questo piatto sta proprio nello shock termico determinato dal freddo delle verdure e della pastella con il caldo improvviso dell’olio. Quando le verdure saranno dorate (la frittura dovrà rimanere abbastanza chiara), ponetele su carta assorbente in modo che venga eliminato l’olio in eccesso. Servite la vostra verdura in tempura ben calda, mi raccomando!

Buon appetito!

 

Marika Sauria