All credits to Mohammed Asad Muhaisen 

Foto di Mohammed Asad Muhaisen  (Follow him/Seguilo su Instagram)

( A cura di Cristina La Bella )

Le foto che vedete nella galleria sono state scattate da Mohammed Asad Muhaisen, un fotogiornalista che ogni giorno vive sulla propria pelle l’orrore della guerra, la follia di chi la vuole e la stupidità di chi continua a combatterla. Mohammed mi racconta di vivere per il proprio paese e di amare immensamente il mestiere che fa. E il suo inglese basilare e semplice non tradisce, tuttavia, l’emozione di chi con coraggio quotidianamente si impegna perché  “pace” non sia una parola vuota come tante altre. «Vivo in una grande prigione, Gaza – così dice – la mia casa è stata completamente distrutta in un conflitto del 2014. Ho perso molti strumenti di lavoro e ancora non ho potuto ricomprarli. Spero sempre che qualcuno si faccia avanti per aiutarmi». Mi parla poi della foto scattata a Dalia Khalifa, diventata famosa ora ovunque, per la quale si è aggiudicato un prestigioso premio da reporter. «Questa immagine di Dalia rappresenta solo una parte della violenza che si è verificata durante le ostilità a Gaza la scorsa estate. L’ho preso come un tentativo di esporre fatti così violenti al mondo. Dahlia e la sua famiglia sono rimasti gravemente feriti quando due proiettili da artiglieria israeliana hanno colpito la loro casa mentre dormivano. Il bombardamento è stato continuo ed intenso. In ospedale, Dahlia ha catturato la mia attenzione, era così giovane, solo 9 anni. Fa sempre effetto vedere i più piccoli che soffrono. La foto è stata scattata mentre era seduta sul suo letto d’ospedale. Nonostante il dolore che ha sofferto, non ha pianto e ha continuato a guardare avanti per un futuro migliore. Era piena di speranza. Ho visto questo volto angelico coperto di ferite da schegge e ho pensato che valesse la pena raccontare la sua triste storia. Del resto questo è un fotogiornalista: uno che si fa testimone di quanto accade nel mondo».

Profilo del Fotografo: 

ITA: Mohammed Asad Muhaisen è un fotoreporter da Gaza, Palestina. È uno dei due vincitori del Mondiale Umanitaria Summit concorso fotografico “The Spirit of Humanity”. «Ho iniziato a lavorare come fotografo circa 10 anni fa ad un’agenzia di stampa locale, nella Striscia di Gaza in Palestina. In quel momento ho anche offerto un aiuto volontario con una serie di siti web pro-palestinesi. Ho studiato Medical Technology ma presto ho scoperto che ho un talento per il fotogiornalismo e da allora ho vinto 6 premi per la mia fotografia. Ho raggiunto tutto questo senza alcuna formazione a causa della mancanza di corsi di fotografia nel mio paese».

ENG: Mohammed Asad Muhaisen is a photojournalist from Gaza, Palestine. He is one of the two winners of the World Humanitarian Summit photo contest “The Spirit of Humanity”. «I began working as a photographer about 10 years ago at a local news agency in the Gaza Strip in Palestine. At that time I also volunteered with a number of pro-Palestinian web sites. I studied Medical Technology but I soon discovered that I have a talent for photojournalism and since then I have won 6 awards for my photography. I achieved all this without any formal training due to the lack of photography courses in my country».