Autore: Cassandra Clare

Casa Editrice: Mondadori

Data di pubblicazione: Febbraio 2017

Pagine: 628

Prezzo: 19,90 euro

 

 

Sinossi: “Era voluto entrare in Accademia per diventare uno Shadowhunters, sapere di più sulla propria vita e recuperare tutto ciò che aveva perso, diventare una persona più forte, migliore”. Dopo quanto è accaduto nella Città del fuoco celeste, Simon Lewis – che è stato prima umano e poi vampiro – ha perso tutti i suoi ricordi e non sa più chi è veramente. Sa per certo di essere amico di Clary e anche di aver convinto la bellissima Isabelle Lightwood a uscire con lui, ma non ha memoria di come ci sia riuscito. E quando si rende conto che le due ragaze, ma non solo loro, iniziano ad aspettarsi da lui che si comporti come farebbe il ragazzo che conoscevano tanto bene, la situazione diventa insostenibile. Decide perciò di entrare nell’Accademia Shadowhunters e iniziare l’apprendistato per diventare un cacciatore di demoni. Forse, spera Simon, in questo modo riuscirà a ritrovare se stesso, qualunque cosa questo significhi. Le cronache dell’Accademia Shadowhunters raccoglie per la prima volta in un solo volume tutte le tappe dell’impegnativo apprendistato da Shadowhunter di uno dei personaggi più amati di “The Mortal Instruments”. I dieci racconti, scaturiti dalla penna di Cassandra Clare, Sarah Rees Brennan, Maureen Johnson e Robin Wasserman, pubblicati originariamente in e-book, sono arricchiti dalle splendide illustrazioni di Cassandra Jean, già nota e amata dai fan della serie.

Shadowhunters è una delle saghe urban fantasy più amate degli ultimi anni, soprattutto dai ragazzi: per svelarne alcuni retroscena, come aveva fatto in precedenza con “Le cronache di Magnus Bane”, l’autrice propone al suo pubblico 10 racconti (legati tra di loro) con i quali approfondisce, svela e narra dettagli o avventure minori rispetto agli eventi principali, grazie alla voce di Simon Lewis, il miglior amico della protagonista Clary Fray che da vampiro è tornato umano per poi poter incominciare la sua istruzione come Shadowhunter fino al momento dell’ascesi. Ritroviamo quindi tutti i personaggi più amati delle saghe (sia delle origini che di quelle ambientata ai giorni nostri, sia quella con Cary e Jace come protagonisti che l’ultima riguardante Emma e Julian) e scopriamo qualcosa di più su alcuni secondari, come il padre di Isabelle, Alec e Max Lightwood. La narrazione è come sempre approfondita e in questo caso è dotata di un tocco ironico-sarcastico aggiuntivo, tipico del carattere di Simon: battute e intercalari simpatici non mancano dure, come pure le forti emozioni (i lettori affezionati sanno che questo fatto volge in due direzioni, una positiva e una negativa…). Per ingannare dunque l’attesa del secondo capitolo della saga che segue le vicende di Emma e Julian (una data italiana ufficiale non è ancora stata comunicata ma dovrebbe essere entro il 2017), non vi resta che scoprire i retroscena delle storie più amate, per diventare ancora più esperti del mondo degli Shadowhunters e per trascorrere qualche ora di lettura piacevole e interessante!

Angelica Corà