È una delle serie tv più attese del 2017, costata ben 4 anni di lavoro ininterrotto, ed è uscita a fine febbraio in America. I numeri parlano chiaro: gli ascolti sono stati altissimi, come per altro lo erano le aspettative. When we rise è la nuova mini serie scritta da Dustin Lance Black, noto sceneggiatore americano che scrisse anche Milk, il film con Sean Penn che racconta la vita di Harvey Milk, il primo gay dichiarato ad essere eletto ad una carica politica negli Stati Uniti. La nuova serie non si discosta dall’argomento: When we rise, infatti, tratta lo stesso tema, in un docu-drama che ripercorre le tappe del movimento LGBT.

Conosciuto anche come movimento di liberazione omosessuale, l’organizzazione si propone di cambiare la condizione sociale, umana e giuridica di omosessuali, bisessuali e transessuali. Il movimento LGBT nacque in America negli anni ‘70, esattamente nel quadro dov’è ambientata la serie tv, che si svolge precisamente a San Francisco. In particolare, la storia è ispirata al libro When We Rise: My Life in the Movement di Cleve Jones, suddiviso in 7 episodi per adattarsi al piccolo schermo. Il cast è molto ricco e variegato: tra gli attori più famosi troviamo Guy Pearce che lavorò nel 2000 niente meno che con Christopher Nolan in Memento, Whoopi Goldberg, premio oscar in Ghost – Fantasma e Mary-Louise Parker , protagonista della serie Weeds che le valse un Golden Globe. Il regista che avrà l’onore di girare questo importante drama è Gus Van Sant, che già in passato aveva diretto Milk, e che è vincitore di numerosi riconoscimenti, in particolare per Paranoid Park e Will Hunting – Genio ribelleWhen we rise veicola un messaggio forte, ricordando che siamo tutti parte della stessa famiglia: una tema che ancora oggi va preso in considerazione, soprattutto in un paese come gli Stati Uniti dove si torna a parlare di muri e non solo in senso letterario. La serie riesce in pieno nel suo obbiettivo, quello di riportare gli avvenimenti in modo più fedele possibile con ricostruzioni attendibili e senza risparmiare le cattiverie e le violenze fatte verso gli omosessuali. D’altronde lo sceneggiatore Dustin Lance Black è un grande attivista del movimento LGBT, e si sa, quando un tema è trattato con ardore ed esperienza personale, il prodotto finale non può che essere perfetto e toccante.

Purtroppo non è ancora chiaro quando When we rise andrà in onda il Italia, ma siamo certi che, grazie alla meravigliosa produzione e al tema più attuale che mai, verrà accolto dal pubblico a braccia aperte!

Intanto potete godervi il TRAILER UFFICIALE al seguente indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=UwvgMNE9ozg

Chiara Merli