Mai come durante il periodo della gravidanza il corpo è sottoposto ad una trasformazione così drastica. Per questo motivo bisogna prendersi cura di se stesse anche più del solito, facendo però attenzione a quali prodotti utilizzare e quali invece evitare. Per tutelare la vostra salute e quella di vostro figlio la prudenza non è mai troppa, ma ciò non significa che dovete privarvi di piccoli momenti quotidiani di bellezza.

Innanzitutto vediamo quali sono i prodotti da evitare e, se è possibile, come risolvere con qualche alternativa fai da te.

Crema anticellulite: non è un prodotto completamente vietato, anche perché normalmente le creme anticellulite penetrano solo nello strado epidermico e non entrano in circolo nel corpo in quantità eccessive. Eppure alcune di loro contengono sostanze come iodio o alghe che potrebbero interferire con il metabolismo tiroideo. Idem per le creme contenenti caffeina e guaranà, che se applicate costantemente e in quantità eccessive potrebbero rappresentare uno stimolante per il feto. Se proprio non volete rinunciare alle creme anticellulite cercate quelle che contengono ingredienti come mirtillo, centella o vite rossa che oltre ad essere sicure agiscono anche nella riattivazione della circolazione.

Tintura per capelli: Se parlate con le vostre mamme saprete che, in passato, le tinte per capelli erano assolutamente vietate. Da qualche anno però, si trovano in commercio sempre con maggiore frequenza formulazioni naturali e senza ammoniaca che è possibile utilizzare, seppur con parsimonia. Il divieto assoluto (o al massimo se ne può effettuare una) vale invece per i primi tre mesi e si estende alle tinture da supermercato, che tendono a contenere ammoniaca. Volendo potete affidarvi anche al sostituto naturale della tinta, l’henné, che ha un bellissimo effetto luminoso sui capelli, anche se non ha la stessa coprenza e durata purtroppo.

Prodotti anti acne: di solito durante la gravidanza anche chi normalmente ha una pelle impura risente positivamente dello stato gestazionale. La pelle di alcune donne però potrebbe risentirne negativamente, divenendo più grassa e soggetta a impurità e acne. Si possono utilizzare normalmente scrub e maschere purificanti (acquistate in erboristeria dell’argilla bianca – più delicata e adatta ad una pelle che sta facendo “gli straordinari” come la vostra e allungatela con un po’ d’acqua per creare la vostra maschera personale fai da te) ma attenzione ai prodotti anti acne che vengono acquistati in Farmacia, perché potrebbero contenere acido retinoico e salicilico, dannosi per il feto.

Profumo: non è vietato, ma ricordate sempre di non spruzzarlo direttamente sulla pelle altrimenti alla luce del sole potrebbe far comparire delle macchie scure e permanenti. Potete invece vaporizzarlo gli abiti.

Archiviati i prodotti da evitare vediamo invece quali sono i “mai senza” della vostra gravidanza:

Crema anti smagliature: al primo posto si piazza il prodotto che per i 9 mesi dovrà diventare il vostro migliore e più fedele amico. Le smagliature colpiscono infatti l’80% delle donne in gravidanza ed è meglio prevenirle tramite un’applicazione costante (mattina e sera o almeno una volta al giorno) della crema specifica per le smagliature (la crema idratante purtroppo non ha lo stesso effetto) sulla pancia – anche a partire dalle prime settimane – seno e cosce, che sono le parti più esposte alla comparsa delle smagliature. Un’alternativa ugualmente efficace e low cost è l’olio di mandorle, da massaggiare fino a completo assorbimento.

Crema anti macchie: uno degli effetti collaterali della gestazione è la maggiore produzione di melanina, che può causare la comparsa di macchie scure sulla pelle, soprattutto sul viso. La pelle disidratata è maggiormente soggetta alle macchie, quindi ricordatevi sempre di tenerla idrata con creme leggere e di facile assorbimento ( evitate quelle che contengono i derivati della vitamina A e gli acidi sopracitati). Una volta a settimana, preferibilmente di sera, in una ciotolina mischiate qualche goccia di limone alla crema idratante prima di applicarla sul viso. Il limone è, infatti, un ottimo antimacchia naturale e sicuro.

Prodotti makeup: il make up non ha limitazioni, anche se dovreste evitare – a prescindere dalla gravidanza – prodotti che non abbiano certificazione UE o acquistati nei negozi cinesi a basso costo. Preferite make up bio che contiene ingredienti naturali e cercate di non eccedere nei prodotti make up a base di siliconi, come i primer o i fondotinta, che favoriscono l’insorgenza di macchie sul viso. Sì anche allo smalto, seppur con le stesse accortezze nell’acquisto, da togliere assolutamente prima del parto poiché in ospedale le unghie devono essere al naturale per essere controllate dal medico o dall’ostetrica in caso di problemi.

Martina Mattone