La cucina italiana è considerata una delle migliori al mondo e un po’ tutti ce la invidiano. Infatti è difficile riprodurre all’estero i profumi e i sapori tipici della nostra terra, perché nonostante tecnica, ricette e maestria sono gli ingredienti a fare la vera differenza. Ecco quali sono i 5 cibi più invidiati al mondo:

La pizza: non poteva che essere lei ad aprire la nostra classifica, sua Maestà la pizza. Probabilmente il cibo che, per eccellenza, identifica il nostro paese e molti hanno provato a riprodurla, ma direi con scarso successo; purtroppo pizza e ananas non vanno proprio d’accordo! La vera pizza è quella napoletana, che dopo una lenta lievitazione viene infornata condita con pomodoro, mozzarella e basilico. Se volete provare a farla in casa eccovi la ricetta.

Per preparare una classica pizza margherita per 4 persone occorrono:

  • 300g di farina 0
  • un cucchiaino di sale
  • 25g di lievito di birra
  • un cucchiaio di zucchero
  • 175ml di acqua tiepida
  • passata di pomodoro
  • mozzarella
  • basilico qb o, se preferite, origano

In una ciotola (da un kg d’impasto) mettete la farina, il sale, il lievito e lo zucchero e iniziate ad aggiungere un po’ di acqua per volta e mescolate. Una volta ottenuto un composto morbido e liscio lasciate lievitare per un paio di ore, coprendolo con un canovaccio per lasciarlo al caldo. Trascorso il tempo di lievitazione vedrete che l’impasto sarà raddoppiato. A questo punto stendete la pizza in una teglia 30x40cm e guarnitela con la polpa di pomodoro e la mozzarella (prima di metterla sulla pizza asciugatela un po’ dal siero e tagliatela a tocchetti) e lasciate cuocere per 10 minuti a 200°. Una volta sfornata la pizza decoratela con il basilico e servite.

La pasta fresca all’uovo: un altro piatto super invidiato è la pasta all’uovo. Trovare la pasta in scatola all’estero non è difficile, ma non tutti i nostri amici stranieri sono bravi a realizzare delle buone fettuccine fatte a mano; ma per noi italiani, che portiamo queste tecniche nel cuore, è molto più semplice. Per rendervi le cose ancora più facili vi suggerisco come fare. Per preparare la pasta fresca all’uovo per 4 persone occorrono:

  • 4 uova (un uovo a persona)
  • 400g di farina00 (all’incirca 100g a uovo)

Su un piano di lavoro ponete la farina, formate una fontanella e al centro rompete tutte le uova ( se volete, potete aggiungere un pizzichino di sale, ma non è necessario). A questo punto non vi resta che impastare – questo procedimento è più o meno come un’ora in palestra –  fin quando non otterrete un composto omogeneo, liscio e asciutto – non deve attaccarsi alle mani – da coprire e lasciare riposare per circa 30 minuti. A questo punto stendete la pasta, avendo cura di spolverare il piano di lavoro con un po’ di farina per facilitare la lavorazione, e tagliatela a mano o con  Nonna Papera (o, per chi non la conoscesse sotto questo nome, la macchina per pasta manuale) nella forma che più vi piace.

La mozzarella: siete mai entrati in un supermercato straniero? Io sì, e vi posso assicurare che la mozzarella che cercano di imitarci non somiglia minimamente alla nostra. Per riconoscere l’originale mozzarella basta tagliarla a metà e se lascerà cadere una goccia simile ad una lacrima saremo sicuri di avere davanti una VERA mozzarella.  Questo tipo di formaggio è ideale da consumarsi con le paste rinfornate o sulla pizza, ma anche da sola ha un gusto eccezionale e se ne vogliamo esaltare il sapore fresco vi consiglio di prepararvi una bella caprese. Prendete una mozzarella e un pomodoro, tagliateli a fette, poi alternate una fetta di mozzarella ad una di pomodoro e condite il tutto con un filo d’olio extravergine d’oliva e un pizzico di origano.

Il ragù alla bolognese: avete visto come condiscono gli spaghetti nelle serie tv americane? Aprono il barattolo della conserva e lo buttano sugli spaghetti! Signore e signori quello non è il processo tipico del sugo all’italiana e a tutti noi si spezza un po’ il cuore ogni volta. Il ragù alla bolognese è il risultato di un tempo di cottura lungo e lento che porta a far sì che si sprigionino tutti gli odori della carne che contiene. Il segreto di un buon ragù non è solo nella cottura, ma anche nella scelta della carne, che va scelta in due varietà: manzo e maiale. Se vi è venuta voglia di un buon sugo all’italiana – magari per condire la pasta all’uovo sopracitata – procuratevi: 

  • 300g di macinato di manzo e 100g di maiale
  • un bicchiere di vino rosso
  • 100ml di brodo vegetale
  • 250ml di passata di pomodoro
  • una carota
  • mezza cipolla
  • una costa di sedano
  • sale e pepe

Per prima cosa preparate un classico soffritto con cipolla, carota e sedano, lasciandolo soffriggere per un paio di minuti. Aggiungete entrambi i tipi di carne insieme e dopo averla rosolata un po’ sfumate con il vino, il brodo, il sale e il pepe. Cuocete a fuoco vivace per qualche minuto, in modo da dare una prima cottura alla carne, dopo di ciò aggiungete la passata di pomodoro e lasciate cuocere per un paio d’ore, mescolando di tanto in tanto.

Il tiramisù: questo dolce dal gusto delicato è uno dei dolci più invidiati al mondo, oltre che di facile preparazione. Questa golosità, negli anni, è stata declinata con diversi ingredienti tra cui fragole, scaglie di cioccolato, amaretti o pistacchio. La versione base, però, è quella che viene probabilmente più apprezzata da italiani e non. Volete preprare il tiramisù? ECCO LA NOSTRA RICETTA: LEGGI QUI COME PREPARARE IL TIRAMISU

Marilena De Angelis