Il 28 gennaio sono andate in onda su Sky Cinema Uno le prime due puntate della nuova mini serie targata ABC, dal titolo Madoff. Protagonista incontrastato è l’attore premio Oscar Richard Dreyfuss, che si è calato nei panni del truffatore più avido di Wall Strett, Bernard Madoff , nonostante le forti dichiarazioni rilasciate in più di un’ occasione:  “Quello che ho interpretato non era un uomo, ma un mostro” ha affermato Dreyfuss alla presentazione del drama al Roma Fiction Festival.

La serie, composta da un totale di 4 episodi, è l’adattamento del libro The Madoff Chronicles di Bryan Ross, che racconta la vera storia dall’ascesa alla caduta di Bernard Madoff. Madoff, ex presidente del NASDAQ è stato il fautore della più grande truffa della storia di Wall Street: tramite il meccanismo chiamato schema Ponzi ha provocato un ammanco pari a 50 miliardi di dollari, gettando sul lastrico i suoi ignari clienti. Per questo motivo, nel 2009 è stato condannato a scontare 150 anni di carcere, in una prigione del North Carolina.

madoff_2016_f001_139910_0050

Richard Dreyfuss è spettacolare nella sua interpretazione, nonostante  abbia più volt

e sottolineato il disprezzo che prova per il vero Madoff. Eppure in scena si dimostra, proprio come il suo reale alter ego, cinico, amorale e smanioso, rendendo il personaggio credibile e realistico in tutto e per tutto. La moglie dell’ex-broker invece è interpretata da Blythe Danner ( Mi presenti i tuoi? ) e anche lei riesce a calarsi in maniera impeccabile in questo ruolo con l’eleganza che la caratterizza, dando però la giusta sfumatura al personaggio e dimostrando un grande studio dietro la realizzazione del copione.

Nonostante la serie ci trasporti in un mondo dagli schemi complicati come quello della finanza lo fa con un linguaggio alla portata di tutti, spiegando in modo semplice le tematiche economiche. Madoff è una serie invitante e tecnicamente ben resa, che riesce nel problematico compito di portare sullo schermo un personaggio odiato da tutta l’America, descrivendolo nella sua interezza: non solo per il suo arrivismo e per l’avidità smisurata, ma anche per la capacità empatica e il fascino che esercitava nella società, portando un così alto numero di clienti a fidarsi ciecamente di lui. Madoff è un marito amorevole, un buon padre ed un broker attento ai bisogni dei suoi clienti. Chi sospetterebbe che dietro questa maschera così ben costruita si celi un bugiardo disposto a tutto pur di arricchirsi?

Sarà lo spettatore stesso a ritrovarsi confuso e combattuto: affezionarsi o detestare il personaggio? A voi l’ardua scelta!

Chiara Merli