L’anno nuovo non poteva incominciare senza le lenticchie, da sempre considerate di buon augurio e simbolo di prosperità.

Nell’antica Roma, infatti, venivano regalate all’inizio dell’anno all’interno di una scarsella, cioè un borsellino di cuoio che veniva usato per contenere i soldi, con l’augurio che le lenticchie si trasformassero in denaro!

Questo legume è davvero prezioso e per questo dovrebbe essere presente sulle nostre tavole molto spesso, sia che la nostra alimentazione sia onnivora o vegetale.

Le lenticchie sono una ottima fonte di proteine e questo le rende perfette per sostituire la carne o il pesce. E poi sono davvero buone e digeribili! Sono estremamente versatili e possono essere usate come contorno, per arricchire un piatto di cereali o come secondo piatto magari insieme ad un contorno di verdura di stagione. Il loro potere nutritivo è davvero elevato poiché sono ricche di ferro, di fosforo, di vitamine del gruppo B e di preziose fibre.

La ricetta che vi propongo è davvero semplicissima, gustosa e nutriente. Perfetta come antipasto, ma anche come secondo piatto completo e ben bilanciato, da arricchire con della verdura cotta o cruda. Il risultato è assicurato! Adatta a chi è intollerante al glutine e al lattosio, a degli ospiti vegani o a degli amici carnivori a cui regalare un pizzico di varietà con un secondo piatto tutto vegetale.

Ingredienti (per 2/3 persone):

  • 100 gr di lenticchie di Castelluccio
  • 250 gr di farina di mais precotta
  • acqua q.b.
  • sale q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • erbe aromatiche q.b.

Per le lenticchie:

ho scelto quelle di Castelluccio poiché saporite e digeribili. Non richiedono ammollo e si cuociono in acqua bollente per circa 40 minuti. Una volta pronte, ripassarle in padella con un filo d’olio e un trito di erbe aromatiche a piacere e regolare di sale.

Per la polenta:

ho usato della farina per polenta taragna quindi a base di mais e grano saraceno, precotta, per un risultato istantaneo. Portare a bollore un litro di acqua, salare e versare a pioggia circa 250 gr di farina e mescolare per circa 5 minuti facendo attenzione che non si formino grumi. Versare la polenta in un contenitore quadrato o rettangolare da riporre in frigo.

Una volta raffreddata, tagliare la polenta a quadrotti, riporli su una teglia con un filo di olio. Cucinare in forno ventilato a 200 gradi per circa 15/20 minuti.

I quadrotti vanno poi completati con una cucchiaio di lenticchie e serviti magari su un lettino di valerianella e radicchio!

Se volete dare un tocco sprint alla ricetta, potete usare delle lenticchie in barattolo e della polenta già pronta da tagliare e scaldare in forno. In pochi minuti il piatto è pronto, la cena salva e gli ospiti accontentati!

Isabella Vendrame