Avere 100 anni e non dimostrarli: è il caso di Roal Dahl, scrittore nato nel 1916 e deceduto nel 1990, il cui successo letterario sembra non conoscere lo scorrere del tempo. Amato sia dai bambini, ai quali sono rivolti la maggior parte dei suoi libri, che dagli adulti, il mondo intero ha colto l’occasione per celebrare la sua importanza con eventi, ristampe dei suoi scritti e addirittura con l’uscita del film “Il GGG” tratto da uno dei suoi capolavori più noti, prodotto da Steven Spielberg e presentato fuori concorso al festival di Cannes.

British children's author, short-story writer, playwright and versifier Roald Dahl (1916 - 1995), 11th December 1971. (Photo by Ronald Dumont/Daily Express/Getty Images)
(Photo by Ronald Dumont/Daily Express/Getty Images)

Molte iniziative sono rivolte ai più piccoli e alle scuole, specialmente in Inghilterra (patria dell’autore) e in America, dove in tanti hanno aderito all’idea di vestirsi come i loro personaggi preferiti tratti dalla numerosa produzione di Roal Dhal, che ha pubblicato il suo primo scritto nel 1942, dopo essere stato pilota e comandante nella Royal Air Force agli inizi della Seconda Guerra Mondiale. I suoi titoli più famosi, come Il GGGLe stregheMatilde, Gli Sporcelli e La fabbrica di cioccolato,  furono però editi a partire dagli anni ‘80. Ha poi collaborato alla sceneggiatura di “Agente 007- Si vive solo due volte” e al film tratto dal suo libro “La fabbrica di cioccolato” del 1971, oltre ad aver partecipato ad alcuni progetti della Disney.
La particolarità tematica dell’autore è quella di presentare bambini (che assomigliano spesso in alcuni punti a quelli di Dickens) oppressi da genitori cattivi, insensibili o disinteressati nei loro confronti; il rovesciamento delle vicende è dato molte volte da un oggetto/aiutante magico, in modo da rendere la realtà descritta in modo fiabesco, per istruire i piccoli sul mondo degli adulti senza tuttavia spaventarli.picmofdsnkey-collage

E l’Italia come ha pensato di rendere omaggio allo scrittore che, prima della Rowling, era il più amato dal pubblico infantile del nostro paese? In diverse fiere, convegni e festival letterari si sono tenuti eventi, conferenze e lettura per celebrare e presentare al meglio la figura e l’operato dello scrittore, coinvolgendo persone di tutte le età. La collana Gl’istrici della Salani ha lanciato nuove edizioni dei suoi libri, con copertine colorate coordinate in tutto il mondo, in formato tascabile e dalla grafia semplice (che presenta pure vocaboli magari considerati “Proibiti” per i piccoli come “Stupido”), adatta a mantenere il tono di divertimento senza dimenticare tuttavia una rappresentazione vivida data degli adulti, che ci fa sentire la nostalgia delle nostre “vecchie” edizioni e la voglia di aggiornare la nostra collezione (o di riprenderla in mano per una rilettura consapevole) e perché no, dandoci lo spunto per un regalo da fare a chi amiamo: ci sono infatti anche storie scritte per gli adulti, caratterizzati da un humour nero e dal finale a sorpresa. Non è mai troppo tardi per lasciarsi coinvolgere dalle fantastiche storie di questo grande autore, è proprio  il caso di dirlo!

Angelica Corà