Oggi vi propongo un classico della cucina italiana, le pizze fritte. Sono facilissime da realizzare e possono essere consumate sia nella versione dolce con lo zucchero o con la Nutella oppure nella versione salata con un pizzico di sale, con pomodoro e mozzarella o con i vari salumi (preferibilmente con la mortadella). Le pizze fritte sono l’ideale come variante della classica pizza che si usa durante le cene di compleanno e poi nella versione dolce piacciono tantissimo anche ai più piccoli.

Per realizzare le pizze fritte occorrono:

  • 1 kg di farina tipo 0 oppure di quella per pizza
  • 50g di lievito di birra
  • 1 lt circa di acqua
  • Un cucchiaino di zucchero
  • Sale q.b.
  • Olio di semi per friggere

Procedete attivando il lievito di birra in un bicchiere di acqua tiepida con il cucchiaino di zucchero, sarà pronto non appena si sarà sciolto e farà qualche bollicina. Nel frattempo intiepidite il litro di acqua e salatela in base al vostro gusto. A questo punto in una ciotola (con una capienza di almeno 2 chili di impasto) ponete il chilo di farina insieme al lievito sciolto e iniziate ad impastare aggiungendo un bicchiere d’acqua alla volta. L’impasto sarà pronto non appena risulterà omogeneo e soffice (se premendo con un dito sopra l’impasto lascerete una fossetta è della consistenza giusta).  Una volta impastato il tutto lasciatelo lievitare per almeno due ore (deve raddoppiare di volume) avvolto in una tovaglia. Passate le due ore lavorate di nuovo l’impasto velocemente e dividetelo in palline da 50/60g ognuna e ponetele su una spianatoia e lasciatele lievitare per un’altra oretta. Passato il tempo necessario stendete le pizze e friggetele in olio caldo di semi. Saranno pronte non appena assumeranno una colorazione dorata. A questo punto ponetele in un piatto con carta assorbente e una volta tolto l’olio in eccesso consumatele nella versione che più vi piace, io per esempio le adoro nella versione salata con i salumi.

Marilena De Angelis

n.b. foto di copertina tratta dal web