Lo Studio 5 di Cinecittà apre le sue porte ad un nuovo format targato Mediaset : Music – la canzone del secolo , dove la musica sarà al centro dell’attenzione, come precedentemente specificato della rete televisiva che ha voluto proporre un palinsesto ricco di music-show di varia natura. È Paolo Bonolis il conduttore scelto per la presentazione del programma, ma per ora non è chiaro se sarà affiancato dallo storico partner Luca Laurenti. Il programma era stato inizialmente concepito con il titolo di Your Song ed era composto da due serate, che sarebbero dovute andare in onda il 7  e l’8 Dicembre, ma è stato poi allungato a 3 appuntamenti – uno a settimana – in ultimo e non senza lo stupore generale,  spostato al 2017 con nuovo nome, Music – la canzone del secolo. Probabilmente verrà mandato in onda su Canale 5 a partire dal 7 Gennaio, mantenendo le 3 puntate (ogni mercoledì) in prime time. La direzione sarà a cura di Roberto Cenci, figura già nota nel panorama lavorativo di Paolo Bonolis, in quanto regista di Ciao Darwin e Chi ha incastrato Peter Pan?.paolo-bonolis-sanremo-2009

Lo show vedrà avvicendarsi numerosi ospiti del contesto musicale italiano e internazionale. Scopo del programma sarà eleggere la canzone del secolo: il pubblico sarà chiamato a scegliere, decretando la canzone più bella degli ultimi 60 anni tramite televoto o piattaforme social. Verranno proposte dagli artisti le canzoni più celebri del repertorio  italiano ed internazionale, e ad aprire il programma sarà John Miles, il quale eseguirà uno dei suoi più grandi successi, il brano “Music” da cui prende il titolo il programma televisivo.

Per il momento scarseggiano ulteriori informazioni, confidiamo che il mistero attorno a cui ruota il programma non porti amare sorprese, come è stato per Cultura Moderna di Teo Mammuccari, che sta avendo scarso successo e recensioni poco incoraggianti. Al contrario, Music – la canzone del secolo, promette un buon riscontro: optare per Paolo Bonolis alla conduzione è una scelta azzeccata poiché spesso la sua presenza è stata determinante affinché un programma diventasse un evento. Il presentatore infatti è uno dei più stimati dal pubblico: la battuta pronta, la schiettezza e la genuinità ne fanno un personaggio dalle sfaccettature più disparate che ben si sa calare in diversi contesti. Per queste ragioni gli ascolti si prospettano elevati, complici anche gli importanti ospiti che sapranno certamente attrarre e incuriosire gli spettatori.

Bonolis è una garanzia, il programma sarà all’altezza? Il momento della verità è a Gennaio!

Chiara Merli