Con l’entusiasmo e l’allegria che da sempre la caratterizza, Simona Ventura torna sugli schermi con il nuovo attesissimo programma Selfie: le cose cambiano, che andrà in onda in prima serata su Canale 5, da stasera per 6 puntate. Coprodotto da Fascino PGT e Pesci Combattenti, il nuovo format nato per Italia 1, è stato poi destinato a Canale 5. Decisione azzardata, forse, visto che il programma è stato creato “su misura” per il target più giovane, anche se meno ampio, di Italia 1. Ma “SuperSimo” non si lascia intimidire ed è più determinata che mai. Lo scopo del programma? Dare l’opportunità a chiunque voglia mettersi in gioco di cambiare una parte di se stessi che è fonte di insicurezza, non solo esternamente ma anche, e soprattutto, internamente, con l’intento di superare le proprie debolezze o fobie. Sembrerebbe la versione rivisitata – e forse, corretta –  de “Il Brutto Anatroccolo”, andato in onda nei primi anni 2000.

selfie-le-cose-cambiano

“E’ la prima volta che lavoro con le persone ‘comuni’ ed è una grande soddisfazione: fai del bene a chi lo merita.” spiega la Ventura:”Non pensavo di vivere emozioni così forti: questo programma è una sorta di seduta collettiva che sta cambiando ognuno di noi”.ventura Il percorso di crescita e rinnovamento a cui verranno sottoposti i protagonisti della puntata sarà seguito – oltre che da un team di chirurghi e psicologi – da tre coppie di mentori, rispettivamente Katia Ricciarelli e Simone Rugiati, Alessandra Celentano e Ivan Zaytsev (pallavolista della Nazionale Italiana), Stefano De Martino e Mariano Di Vaio (fashion blogger). Lo scopo sarà quello di supportarli e guidarli verso il successo della loro impresa. Inoltre saranno presenti dei giudici, chiamati a valutare la correttezza dei percorsi suggeriti dai mentori: Aldo Montano, Tina Cipollari, Paola Caruso, Daniela Del Secco d’Aragona e dallo youtuber Yuri Gordon, oltre il pubblico in studio.
Il programma si inserisce bene nel contesto sociale dei giorni nostri, innanzitutto grazie al titolo, che comprende la parola “Selfie”, ormai divenuta abituale nel nostro vocabolario. In un mondo dove i social network hanno rivoluzionato il concetto di immagine di sè, dove l’apparenza viene confusa con l’identità stessa, sicuramente non mancheranno gli spunti per immedesimarsi nelle storie raccontate, e magari per trarre riflessioni o consigli da usare nella vita di tutti i giorni. Mediaset si aspetta uno share del 12%, sarà un obiettivo un pò troppo elevato? Non resta che attendere la messa in onda del programma!

Chiara Merli