guida-astrologica-per-cuori-infranti

 

Titolo: Guida astrologica per cuori infranti

Autore: Silvia Zucca

Anno: 2015

Pagine: 468

Casa editrice:  Nord

 

Sinossi:Trent’anni passati da un po’, single (non per scelta) e con un impiego che offre ben poche prospettive di carriera, Alice Bassi accoglie la notizia del matrimonio del suo indimenticato ex come il proverbiale colpo di grazia. Se non fosse ancora abbastanza, nella piccola rete televisiva per cui lei lavora arriva Davide Nardi. Sguardo magnetico e sorriso indecifrabile, Davide sarebbe il sogno proibito di Alice: peccato sia stato assunto come «tagliatore di teste». Insomma: non ce n’è una che vada per il verso giusto. Ma poi Alice incontra Tio, un attore convinto di conoscere il segreto per avere successo: l’astrologia. Non quella spacciata sui giornali, bensì una «vera» lettura delle stelle, che esistono proprio per segnalarci i giorni più favorevoli per la sfera professionale o per farci trovare l’anima gemella. Seppur scettica, Alice decide di provare e inizia a uscire con uomini compatibili col suo segno zodiacale. Però, stranamente, l’affinità astrale non le impedisce di collezionare incontri sbagliati, fallimenti imbarazzanti e sorprese di cui avrebbe fatto volentieri a meno. Come non impedisce a Davide di diventare sempre più attraente. Tuttavia a lui Alice non osa chiedere di che segno sia. Perché ha paura che la risposta la deluda o, peggio, che la illuda. E perché, in fondo, spera che l’amore non abbia bisogno delle stelle per trovare la sua strada.

 

Recensione: 500 pagine di guida astrologica per trovare l’amore della tua vita. Troppe? No, se si considera che a volte per incontrarlo ci vuole una vita intera.  Il libro di Silvia Zucca è un romanzo rosa in stile Bridget Jones la cui protagonista è una “zitella” milanese poco più che trentenne: Alice Bassi. Proprio come il main character del famoso film comico, Alice è una single incallita le cui vicende d’amore non vanno mai per il verso giusto. I suoi appuntamenti romantici sono veri e propri disastri durante la cui lettura non potrete non inarcare la testa all’indietro a suon di risate!  La nostra milanese è una donna solare, carina e frizzante:  eppure, è single da tutta una vita. Vi stupite? E pensare che succede sempre più spesso: ragazze che hanno tutte le carte in regola per l’uomo dei sogni che non riescono invece a stabilire una relazione.

L’inverno è fatto apposta per le pene di cuore, quando ti puoi rintanare sotto le coperte e fingere che non esiste più nulle, nemmeno tu. Soprattutto tu.

L’autrice, nel suo Guida astrologica per cuori infranti, cerca di dare un senso a questo incredibile mistero. E’ per questo che Alice Bassi, impiegata  in una piccola rete televisiva locale col rischio di perdere il suo posto in seguito alla riorganizzazione aziendale del bel Davide Nardi,  decide un giorno di darsi all’astrologia.  Ed eccolo qui, il punto di rottura col tradizionale romanzo rosa tragi-comico da noi conosciuto. Con l’ultima estrema speranza di trovare finalmente il compagno giusto Alice inizia a selezionare accuratamente gli uomini a seconda del loro segno zodiacale, avendo ben premura di accettare appuntamenti solo con chi a lei totalmente compatibile. La nostra “donna bilancia” viene talmente travolta da questa mania da non saper compiere più alcun passo senza prima sapere come i vari pianeti influenzeranno la sua giornata. Ogni capitolo si apre con incipit particolari e spiritosi nei quali viene descritto l’uomo secondo il suo segno zodiacale, ragionando dunque per assoluti canzonatori che vengono poi, nel corso del paragrafo, smentiti o accreditati:   l’ incipit finale contenente una sorta di riepilogo sui generis su quella che è , al fine, la visione universale dell’ amore visto dai rinnovati occhi della protagonista. Una protagonista che, nella conclusione del libro, riuscirà finalmente a riscattare la sua persona e la sua carriera dirigendo un programma tutto suo. Alice, nel finale, dimostra che l’amore è importante ma che per stare bene con se stessi bisogna saper compiere delle scelte ben precise: scelte che ci permettono di crescere anche se questo vuol dire mettere da parte il cuore. Per chi si sta chiedendo che fine farà il bel Davide, vi do un indizio: è un leone. La narrazione scorre leggera, a volte anche troppo veloce: le vicende si susseguono una dietro l’altra, divertenti ed ironiche ma a mio avviso un po’ troppo superficiali.  Il libro, seppur denso di divertenti accadimenti ed interessanti metafore o citazioni con film famosi, meriterebbe infatti una qualche riflessione in più:  al di la della lezione finale, non avrebbe guastato una sorta di maggiore profondità che è tuttavia il frutto di un gusto esclusivamente personale.

In generale,  Guida astrologica per cuori infranti si presenta davvero come un romanzo divertente la cui lettura è senza dubbio una piacevole distrazione: tuttavia il fatto che le testate giornalistiche lo abbiano intitolato come uno dei maggiori romanzi dell’anno 2015, mi pare eccessivo.  Il romanzo è il classico libro da compagnia durante i caldi e un po’ noiosi giorni di mare: una lettura leggera da commentare insieme alle amiche quando non si ha voglia di discorsi troppo impegnativi.  L’ironia sbandierata dal libro non è in realtà così divertente, o almeno non per me:  è a mio avviso un semplice tentativo di rendere più vicine alle lettrici le disavventure amorose facendole sentire solidali con la protagonista. Un altro elemento che non ha allietato la mia lettura è stato il solido attaccamento ad alcuni cliché ormai obsoleti. Uno tra questi la solita solfa che gli uomini mentono.  Bhè, oggi mi pare che “magari se ne trovassero di uomini con gli attributi con la goliardia di mentire”, visto che è già cosa rara vederli intenti al corteggio spassionato di una ragazza :  li avrà incontrati tutti Alice, che vi devo dire. Ah, una cosa: sono Bilancia anche io…

Giada Tommei