“La nostra relazione è sempre stata speciale e penso che continuerà a esserloCi siamo trovati e penso che il segno di una relazione di successo non sia restare insieme per sempre. A volte non si è destinati a questo”.

Queste sono le parole che nel 2015 Helena Bonham Carter ha pronunciato a proposito del suo ex marito, il regista Tim Burton, con il quale ha condiviso 13 anni di relazione (senza mai convolare a nozze e conclusasi nel 2014), due figli e svariati ruoli come protagonista nei suoi film. Il sentimento sembra ancora essere forte, pur non essendo più classificabile come “Amore”; restano, infatti, un profondo rispetto, la volontà di restare amici e il desiderio di crescere insieme i propri figli, ingredienti questi ultimi che rendono questa “ex coppia” indimenticabile e ammirevole.

Tim Burton è il famoso regista “dark-gotico” di diversi film di successo, tra cui Batman e Edward mani di forbici. Nel 2001 dirige Il pianeta delle scimmie e sul set incontra Helena Bonham Carter, resa celebre da “Camera con vista”. Più volte lei ha dichiarato di essere stata esitante all’inizio, e di aver ceduto in seguito quando lui, cotto fin dal principio, le ha chiesto di essere la sua “Scimmia personale”.

“Quando finalmente abbiamo iniziato a uscire insieme, le persone ci dicevano: ‘Com’è che vi ci è voluto tutto questo tempo per capire quanto siate perfetti l’uno per l’altra?’. Suppongo sia perché io non l’avevo mai guardato in quel modo. Ora non posso che pensare che non potrebbe essere nessun altro che lui.”

E’ l’inizio di una storia d’amore fatta di apparizioni con vestiti stravaganti (che portano a etichettare la coppia come eccentrica, definizione nata dal fatto che i due sono sempre spettinati ad ogni evento sul red-carpet), di un successo dietro l’altro, al quale Helena partecipa attivamente come attrice – compare, infatti, in tutti i film del regista tranne che in Big Eyes – e di una riservatezza che, nonostante tutto, dimostra la loro semplicità e il profondo amore. 70th Annual Golden Globe Awards - ArrivalsHanno figli, ma vivono comunque in case separate ben collegate: “E’ un’idea favolosa: non devi scendere a compromessi di nessun tipo e non senti mai l’invadenza dell’altro!” ha detto Helena, affermando così le sue idee chiare e la volontà di restare indipendente. Non hanno problemi nell’elencarsi i difetti reciproci scherzandoci sopra: ad esempio, lui la vede troppo espressiva con quelle sopracciglia importanti, lei invece lo trova timido. La notizia della loro separazione arriva come un fulmine a ciel sereno: come è possibile che una coppia così perfetta nel sua non-convenzionalità sia “scoppiata”? Rumors iniziali danno la colpa a un presunto tradimento di lui con la sua assistente di produzione cinematografica, Berenice Percival. Le fonti vicine ad Helena dichiarano che  la donna ha il cuore a pezzi e che ha dato al regista ogni possibilità di risolvere tutti i problemi, ma invano. Oggi le acque sono calme tra loro, in quanto è comune la volontà di mantenere i rapporti civili. Lo si fa per il bene dei figli e perché si è amati tanto. Lei ha affermato di non vedersi con nessun altro e di accontentarsi della compagnia delle sue amiche per il momento; di lui non si hanno notizie in ambito sentimentale, anzi sembra che il suo unico grande amore sia il lavoro, come è sempre stato del resto. Troppo alto dunque il prezzo del successo?

Angelica Corà