La carbonara è un piatto tipico del Lazio e precisamente di Roma. La sua origine ruota intorno a varie ipotesi e una delle più accreditate è paradossalmente Angloamericana. Infatti dallo studio di vari ricettari si è notato che il piatto della pasta alla carbonara compare solo dopo la liberazione di Roma nel 1944, quando i soldati americani della seconda guerra mondiale usavano farsi da mangiare con gli ingredienti più simili alla loro tradizione culinaria e così usando insieme uova, pancetta e spaghetti diedero l’idea ai cuochi romani di realizzare, apportando delle varianti, questo gustoso primo. Questa tesi è la più probabile perché nella ricetta si possono usare allo stesso modo sia la pancetta che il guanciale, il quale invece lo troviamo esclusivamente usato nei condimenti tipicamente romani.

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr. di spaghetti;
  • 120 gr. di pancetta (o guanciale);
  • 4 tuorli;
  • 80 gr. di pecorino romano
  • Sale q.b.;
  • Pepe nero q.b.

Per prima cosa cuoce gli spaghetti in acqua bollente e salata. Nel frattempo preparate il condimento. In una padella antiaderente ponete pochissimo olio e la pancetta tagliata a cubetti e fatela rosolare finché non risulterà dorata. In un’altra ciotola sbattete i 4 tuorli con gli 80 gr. di pecorino romano e lasciate riposare. Appena la pasta sarà cotta scolatela e mettetela nella padella con la pancetta e a fuoco basso amalgamate il tutto con un mestolo di acqua di cottura. Una volta assorbita l’acqua spegnete il fuoco e gettate sulla pasta il composto di uova e pecorino. Mescolate per amalgamare il tutto fino a quando la pasta non risulterà cremosa. A questo punto fate le porzioni e completate il piatto con una spolverata di pepe nero.

Buon Appetito!

Marilena De Angelis