Luca Galimberti, in arte “Il Griso” è uno che non le manda certo a dire. Lo testimoniano le vignette con cui, quasi ogni giorno, esprime il suo parere su eventi di cronaca ( nazionale e non) e politica. Collabora con diverse riviste e quotidiani ed docente di Fumetto alla Scuola d’Arte di Cabiate (Brianza). A Gennaio 2016 ha pubblicato Renzopoli 2015, il primo libro digitale che raccoglie le vignette di satira politica e cronaca che ha creato per tutto il corso dell’anno. Questa volta, “Il Griso” ha deciso di mettere la faccia  – o meglio, la penna! – a favore di “Message for drivers”, una campagna sociale che coinvolge tutti da vicino.

  • Ciao Luca, raccontaci cos’è “Message for drivers”

“Message for drivers” è uno spot di 40 secondi che ho realizzato montando 16 tavole a fumetti da me realizzate. Ho pensato a qualcosa che colpisse lo spettatore, a qualcosa di immediato e forte allo stesso tempo. Invito chiunque a guardare “Message for drivers” ( CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO)  perché contiene a mio avviso un utilissimo messaggio sociale rivolto a tutti i guidatori, me compreso. Spesso, mentre sono in giro, mi capita di vedere guidatori che utilizzano il cellulare in maniera davvero molto pericolosa, noncuranti che queste distrazioni possano essere causa di situazioni fatali.

  • Come ti è venuta l’idea di utilizzare il fumetto per creare un video del genere?

Penso che il fumetto sia un linguaggio universale, soprattutto se non è accompagnato da didascalie o descrizioni: “Message for drivers” infatti è uno spot pensato per essere visto e compreso da tutti. Le immagini veicolano messaggi, così ho pensato di creare qualcosa che nel mio piccolo riesca a destare un po’ di attenzione. Il mio scopo è far riflettere quanta più gente possibile sul tema delle distrazioni in auto.

  • Nonostante ti piaccia “disegnare” un po’ di tutto, le tue vignette di solito si rivolgono alla satira politica, come dimostra anche il tuo libro “Renzopoli 2015”. Secondo te si nasce satirici o si impara strada facendo?

“Renzopoli 2015” è il mio primo libro di raccolte umoristiche riguardanti la politica italiana con la matita rivolta anche a qualche fatto estero, ma non solo: infatti il libro è farcito anche di ricorrenze, compleanni particolari e situazioni che vanno al di la della politica. Ovviamente il cuore del libro, come del resto si intuisce già dal titolo, è la satira sui nostri amati/odiati governanti, che ogni giorno si impegnano a non farmi smettere di fare vignette. La colpa è loro: non c’è mai una volta che qualche politico non ce la combini…  Qualcuno diceva che l’umanità si prende troppo sul serio e ne condivido in pieno il pensiero, quindi dai: obblighiamoci ad essere un po’ satirici nella vita!

14370206_10210765756638878_103209041375293428_n

  • Domanda scomoda forse, ma non potevo non chiederlo ad un addetto ai lavori come te. Cosa ne pensi della satira al di fuori dell’Italia, come per esempio le vignette di Charlie Hebdo?

Con l’ultimo fatto avvenuto, in particolare quello della vignetta sui nostri connazionali terremotati, è molto facile prendere le distanze dal modo di far satira di Charlie Hebdo, il mio pensiero è sempre stato contrario al loro modo di porsi: l’idea del tutto personale che ho della satira è che finisce dove inizia la dignità, l’offesa personale, l’offesa religiosa o etnica. Oltre questo punto la satira si trasforma in disgusto. Probabilmente se Renzi o gli altri politici che disegno leggessero “Renzopoli 2015” difficilmente si offenderebbero: vuol dire che non ho centrato l’obbiettivo? Al contrario: se riesco a far sorridere chiunque legga il mio libro, che sia di destra, di sinistra, cattolico o buddista l’obbiettivo, che a mio parere è ancora più arduo, è stato centrato in pieno!

  • Intanto ti ringrazio per aver fatto quattro chiacchiere con me e soprattutto per la vignetta celebrativa per Voci di Fondo e prima di lasciarti vorrei farti un’ultima domanda. Quali sono i tuoi progetti futuri? C’è in programma un altro “Renzopoli”? Magari stavolta incentrato sui recenti sviluppi della politica italiana?

Per l’anno prossimo ho in mente tante novità, tra le quali sicuramente la raccolta di vignette per il mio secondo libro di satira del quale però non ho ancora deciso né il titolo né la copertina… Poi sto lavorando anche ad un ebook un po’ particolare del quale non voglio svelare granché se non che ci saranno delle voci di personaggi illustri e meno illustri che ne faranno parte. Oltre a queste attività continuano i miei corsi di fumetto e i miei workshop.

Per chiunque abbia voglia di seguirmi, segnalo la mia pagina Facebook.

Grazie e se vi è piaciuto “Message for drivers” fatelo girare: drivers avvisati…

Martina Mattone