Da martedì 27 settembre andrà in onda su Rai Uno “L’allieva”, una delle serie più attese della stagione autunnale 2016, realizzata da Endemol per Rai Fiction, composta da dodici puntate e ispirata ai romanzi di successo della scrittrice siciliana Alessia Gazzola, L’allieva (2011) e Sindrome da cuore in sospeso (2012). La protagonista è Alice Allevi, una giovane specializzanda in Medicina legale, interpretata da Alessandra Mastronardi, attrice piena di talento, già nota al grande pubblico per il ruolo di Eva nella fortunata fiction I Cesaroni e Micol nella miniserie Atelier Fontana – Le sorelle della moda. In un’intervista rilasciata a Sorrisi e Canzoni la Mastronardi ha presentato così il suo personaggio:

“È una ragazza fresca, ironica, goffa, intuitiva, con una grande passione per la medicina legale e uno spiccato fiuto investigativo che la porta a farsi coinvolgere nei casi sui quali lavora […] Alice ha coraggio e ambizione, ma sa ammettere i suoi errori e chiedere scusa”.

luca-ribuoli-2
Il regista Luca Ribuoli.

Affascinata sin da subito dal dottor Claudio Conforti, che avrà il volto di Lino Guanciale, o Lino Bacon, come la Mastronardi scherzosamente lo chiamava sul set – amato soprattutto dal pubblico femminile che lo ha visto indossare i panni di Guido Corsi in che Dio ci aiuti e di Enrico Vinci in Non dirlo al mio capo – e da Arthur Malcomess, alias Dario Aita, l’indimenticabile Bernardo Strano, protagonista della fiction di successo, Questo nostro Amore. “L’allieva” è un progetto corale che vede nel cast: Martina Stella, che sarà Ambra Negri Della Valle, una collega non molto simpatica di Alice; Emmanuele Aita e Jun Ichikawa, i quali interpreteranno rispettivamente Paolone e Yukino, i migliori amici della protagonista; Ray Lovelock nei panni dell’autorevole professor Malcomess. E ancora Michele di Mauro ( il commisario Callicaris ), Paolo Spollon ( Marco Allevi ), Marzia Ubaldi ( Nonna Amalia ), Francesca Agostini ( Lara ) e Anna Dalton ( Cordelia Malcomess ). A dirigere la variegata troupe un marchio di garanzia per la fiction italiana: Luca Ribuoli, regista delle serie tv più belle degli ultimi dieci anni: Ris – Delitti imperfetti (2003), Questo nostro amore (2011) e Grand Hotel (2015). L’allieva è un format per tutta la famiglia, che mette d’accordo tanto il pubblico giovanile quanto quello veterano, una fiction che, passando per il giallo, coniuga dramma e commedia, proprio come nella vita. La stessa Mastronardi, novella “Alice nel paese delle meraviglie”, ha dichiarato a proposito del proprio ruolo:

“Non avrei mai potuto scegliere un lavoro simile. Non riesco a vedere i film horror, figuriamoci a stare a tu per tu con un cadavere da ispezionare. C’è da dire che nella nostra serie non ci sono dettagli forti alla “CSI”. Alice, poi, è un po’ come Bridget Jones: crede di seguire la moda ma è un disastro con gli abbinamenti, comincia mille diete e non ne finisce una, ha un talento particolare per mettersi nei guai e, quando c’è qualcosa che non va, cerca conforto tra pigiamoni, coperte e Nutella”.

Non ci resta dunque che aspettare martedì per goderci lo spettacolo. In basso, i lettori più impazienti troveranno qualche anticipazione della prima puntata, intitolata “Sindrome del cuore sospeso”.

14222311_519853554885523_8089066557494878179_nTRAMA: Roma. Alice è una studentessa di Medicina, alla quale manca l’ultimo esame, quello di Medicina legale. A Sacrofano, paese d’origine della protagonista, dove vive la sua famiglia, viene ritrovato il cadavere di Tamara, la badante russa della nonna della studentessa. Per indagare arriva la polizia e il medico legale, Claudio, che subito conquista il cuore della giovane Alice. Tornata a Roma la giovane frequenterà il corso tenuto proprio dall’attraente dottore. Sempre all’università fa altre conoscenze: amici, che l’aiuteranno a maturare, e temibili professori, come il capo dell’Istituto, Paul Malcomess. A mettere sottosopra la vita sentimentale di Alice ci penserà anche Arthur Malcomess, ragazzo irrequieto, pieno di carisma e aspirante giornalista.

Cristina La Bella