– La riforma costituzione comporta rischi per la democrazia?
– Prima di tutto bisogna capire il cambiamento, non solo socio-economico ma di flussi … (l’ospite viene portato via!)
– A domande precise, risposte precise.
Gianluca Semprini conduce Politics – Tutto è politica, dal 6 settembre in prima serata, Rai tre.

1467154935-semprini

“Finalmente un giornalista con la spina dorsale” sento dire da mio nonno seduto in poltrona davanti alla televisione. “Mi piace, li farà cadere tutti!” aggiunge. La caduta naturalmente è metaforica, il senso, invece, chiarissimo. Mio nonno è un uomo all’antica, di quelli che guardano la tv di stato per vedere se è valsa la pena pagare il canone, o al massimo i servizi di Studio Aperto per scoprire, diversamente dagli anni precedenti, che l’inverno in arrivo sarà il più freddo mai visto. Non ha Sky, non conosce Gianluca Semprini né l’ha mai visto condurre i chiacchierati faccia a faccia elettorali a SkyTg24. Eppure quel volto pulito, il sorriso beffardo e il motto “A domande precise, risposte precise!” l’hanno conquistato. Gianluca Semprini, classe 1970, “uno che da ragazzo non sapeva di voler fare il giornalista, ma sapeva di non voler lavorare nell’impresa di ristrutturazioni edilizie in cui suo padre l’aveva impiegato nei ritagli di tempo”, come si legge in un articolo dello scorso giugno apparso sul Foglio, inizia la sua carriera lavorando in alcune radio romane, esperienza significativa che lo aiuterà a farsi notare, perché “riempire vuoti” con stile non è da tutti. Da ragazzo collabora con alcune testate, scrive, pubblica … La gavetta non lo spaventa. L’occasione non tarda ad arrivare: approda infatti a Sky Italia. Scrupoloso, preciso e attento ad ogni dettaglio, non ci mette molto a guadagnare la stima dei colleghi e del direttore di Sky Tg24, Sarah Varetto. Pubblica due libri: nel 2003 La strage di Bologna e il terrorista sconosciuto, e nel 2005 La strage di Bologna. Luigi Ciavardini: un caso giudiziario. Con Mario Caprara ha scritto altri due libri sugli anni di piombo e sul terrorismo di destra in Italia intitolati Destra estrema e criminale, e Neri! La storia mai raccontata della destra radicale, eversiva e terrorista, entrambi della casa editrice indipendente Newton Compton. A giugno 2016 arriva in Rai, suscitando le polemiche dei nuovi colleghi e del sindacato giornalisti, e non pochi problemi alla direttrice di Rai 3 Daria Bignardi, che fortemente l’ha voluto. Col garbo che l’ha sempre contraddistinto, Gianluca Semprini manda in pensione dopo 14 anni Ballarò. Politics, il programma che condurrà dal 6 settembre, avrà una nuova scenografia, un nuovo formato e nuovi contenuti. A cambiare anche la durata, possiamo dire addio, infatti, alle maratone stancanti di tre ore di Massimo Giannini.

“Secondo me il problema non è il talk show, il problema è come lo fai, come ti approcci all’informazione politica. Se lo fai a schiena dritta, se fai le domande, le inchieste giuste … Ecco questo può disturbare la politica. Forse il mondo dei giornalisti e quello della politica non dovrebbero stare troppo a contatto. Raccontare la politica non essendo amici di nessuno, senza corteggiare nessuno”.

Così ha dichiarato alla presentazione dei Palinsesti Rai Semprini, che non le manda a dire a quanti hanno mal digerito la sua assunzione, a Mario Adinolfi ad esempio ha replicato: “Continuo a non avere tessere di partito, a non essere schierato politicamente e a non avere padrini in Parlamento o in qualche salotto di potere”, e neppure ai politici, tra cui spicca Renato Brunetta, che definiscono lo spot televisivo (di cui abbiamo postato il testo in apertura!) una manifesta propagafoto-politicsnda al sì per il referendum. “Per adesso grazie a tutti della pubblicità indiretta!” ha scritto il giornalista romano e romanista su Facebook. E l’ironia, si sa, non è qualità di cui sono rimasti in troppi a potersi vantare. Accusare Semprini di essere l’ennesimo colpo di piccone di Renzi alla tv pubblica non è forse fuori luogo? Del resto avete mai visto qualcuno di buon senso disprezzare un dolce prima di assaggiarlo o criticare un libro dalla copertina? Non ci resta dunque che aspettare la messa in onda della prima attesissima puntata di Politics – Tutto è politica. Vedremo quanti politici rispetteranno le regole del gioco e quanti, al contrario, verranno condotti via con tutta la poltrona. A Gianluca Semprini, che ieri ha festeggiato il suo compleanno, non possiamo che augurare buon lavoro, con la speranza che non deluda le aspettative. Un compito difficile lo attende e chissà che Mediaset non decida di mandare in onda all’ultimo momento il campione di ascolti Rambo. Il pubblico è stanco di ascoltare la versione di Cappuccetto Rosso, è curioso di sentire anche cosa hanno da dire la nonna, il cacciatore e soprattutto il lupo … Che poi sarà davvero così cattivo, come tutti dicono? A domande precise, risposte precise.

Cristina La Bella