“Questo referendum non riduce gli spazi di democrazia come qualcuno vorrebbe far credere: più semplicemente riduce le poltrone, senza toccare minimamente il sistema dei contrappesi”. Lo scrive il premier Matteo Renzi nella sua e-news ricordando la ripartenza della campagna elettorale del sito www.bastaunsi.it dopo una settimana di lutto. Secondo il numero uno di Palazzo Chigi basta leggere il quesito referendario per rendersene conto e poi “se vince il no, rimane tutto come adesso; se vince il sì, finalmente si cambia e si rende il Paese più semplice e giusto”.

Per Renato Brunetta (FI) “Renzi mente. Se vince ‘sì’ democrazia in pericolo, rischio autoritarismo, e Paese regalato a Grillo”. Giorgia Meloni (FDI-AN), invece, parla del record di sbarchi nel nostro Paese “solo negli ultimi 4 giorni sono arrivate 13 mila persone”. “Gli incompetenti che ci governano stanno mettendo in pericolo la nostra sicurezza e il futuro dei nostri figli, mandiamoli a casa prima che sia troppo tardi. Abbiamo una occasione per farlo votando NO al referendum costituzionale di novembre”

Angelo Portogallo